C'erano i reporter di guerra. Incontro con Mimmo Candito

Novara, Italy

Event Cover
C'erano i reporter di guerra. Incontro con Mimmo Candito
Event Description
La delegittimazione che sta subendo il giornalismo rappresenta l’ultima fase di un processo critico che mette a confronto l’esercizio del potere pubblico e il diritto dell’opinione pubblica ad avere elementi reali per la costruzione del proprio sapere e, dunque, della sua capacità di giudicare e decidere.
Questo processo si innesta nella mutazione che le nuove tecnologie elettroniche vanno imponendo alle forme della comunicazione e, perciò, ai suoi contenuti.
La velocizzazione che connatura le nuove tecnologie è interessata all’attivazione della comunicazione la più rapida possibile, e riduce - fin ad annullarlo - l’interesse per la qualità della informazione, cioè per la distinzione tra vero, verosimile, e falso.
Salta dunque il rapporto diretto con la realtà, che è sempre stato il dato indentitario del giornalismo. E ciò appare sempre più evidente nel racconto della guerra - un evento che coinvolge milioni di persone, magari fino a rischiare un conflitto mondiale, e che però va sempre più perdendo la centralità dei processi informativi, trasformandosi al più in uno show, in uno spettacolo del pietismo senza elementi connotativi della crisi e degli attori coinvolti.
Il libro racconta cento e mille storie di giornalisti, da Hemingway a Montanelli, da Ilaria Alpi a Dos Passos, dalla Oriana Fallaci a Luigi Barzini, in un percorso diacronico che parte dalla “invenzione” di questo nostro lavoro - quando il reporter scriveva le sue cronache con la penna d’oca e inviava il reportage con la posta a cavallo - e arriva fino a oggi, quando da una sala sotterranea della Casa Bianca il presidente degli Stati Uniti può vedere in diretta l’uccisione di Bin Laden a 10mila miglia di distanza e senza che ci sia più un reporter a raccontarlo. Ci son, dentro, tutte le guerre di questi ultimi due secoli, ma attraverso racconti, aneddoti, personaggi straordinari, e anche truffatori spregiudicati, inventori di storie, e lacrime e sorrisi e malinconie.
L'evento è organizzato da "Attiva la mente...e il corpo", "Assopace Novara", "Mir-Mn del Piemonte e Valle d'Aosta" e "Sermais-società civile e responsabile"
Location Map
Parrocchia Sacro Cuore Novara Piazza Sacro Cuore, Novara, 28100, Italy